Divulgazione scientifica

Piero Angela Uno dei problemi più urgenti che riguardano la scienza è quello della divulgazione e dell'insegnamento delle discipline scientifiche. Specialmente in Italia, infatti, ci sono grossi ostacoli da superare per diffondere la conoscenza scientifica nell'intera popolazione. La prima difficoltà riguarda l'approccio che le persone hanno in genere nei confronti di questi argomenti. Qualche volta le discipline scientifiche incantano, meravigliano, sorprendono. Ma restano sempre patrimonio di altri, lontane e assolutamente accessorie. In Italia è una vergogna non sapere chi era Dante Alighieri, mentre è perfettamente normale e lecito non saper effettuare interventi di primo soccorso. Cosa fare in questi casi? Recitare qualche verso della Divina Commedia e vedere se il malcapitato si riprende?

Piero Angela Ho scattato le foto che vedi in questa pagina durante la consegna a Piero Angela della Laurea Honoris Causa in Scienze Geologiche, conferitagli nel gennaio 1999 dall'Università di Chieti. In quella occasione il noto divulgatore scientifico italiano si è dedicato a ricordare per l'ennesima volta le difficoltà da lui incontrate nel suo lavoro, non solo nei confronti delle strutture, che non garantiscono uno spazio adeguato a questi argomenti (la legge del mercato), ma anche con gli stessi ascoltatori o lettori, troppo spesso male informati su alcuni importanti argomenti da fonti assolutamente non attendibili, vedi gli oroscopi o il guaritore di fiducia.

Ecco allora che ci troviamo a lottare controcorrente, dovendo anche porre rimedio ai danni causati da altri. In questo settore c'è bisogno, insomma, di grandi professionisti, ma anche di un po' più di senso critico da parte di tutti. Fare un piccolo sforzo, d'altronde, porterebbe immediati benefici: è più facile, infatti, fruire dei servizi che la società odierna ci mette a disposizione se si ha un po' di conoscenza delle basi dei vari campi. Basti pensare a computer, telefonini, sanità, automobili...
Per inciso, leggere un po' di "noiosi testi divulgativi" non rovina di certo la parte emotiva e romantica delle persone. Non si diventa dei robot così facilmente. Buona lettura!

I commenti sono chiusi.

Cerca